IC MONTALDO

Prevenzione della dispersione scolastica, del disagio e orientamento

Print Friendly, PDF & Email

Dal “Piano Triennale dell’Offerta Formativa- versione aggiornata ottobre 2017”:

Il nostro Istituto promuove il benessere degli alunni inteso come una dimensione globale e trasversale dell’essere. L’esperienza scolastica è determinante nel processo di formazione della persona, nel corso del quale la dimensione didattica e disciplinare si integrano con quella psicosociale, relazionale ed etica. È un compito educativo ampio, trasversale a tutte le discipline, affidato ad ogni insegnante in condivisione con la famiglia e la società. Il senso di appartenenza alla propria comunità scolastica, quindi, è un obiettivo precursore di altri obiettivi più alti: appartenere alla comunità scolastica vuol dire appartenere ad una comunità dentro a comunità più allargate: il quartiere, la città, la società intera. Il senso di appartenenza diventa “cittadinanza” attiva e partecipata. L’ I.C. Montaldo interviene su due livelli, tra loro interdipendenti:

  • la promozione delle situazioni di benessere;
  • la prevenzione e contenimento del disagio.

Tra le finalità della scuola dell’obbligo, l’orientamento assume un ruolo delicato e privilegiato in tutto il percorso formativo: ha lo scopo di individuare le attitudini dei ragazzi, per favorirne l’inserimento, consapevole e gratificante, nella società.

Ciò si può realizzare solo attraverso una positiva collaborazione tra scuola e famiglia, per evitare insuccessi scolastici e frustrazioni nei ragazzi.

Nel nostro Istituto Comprensivo, l’Orientamento è inserito nei progetti di intervento per la prevenzione alla dispersione scolastica, che prevede e permette l’accompagnamento dell’alunno dalla Scuola Secondaria di primo grado alla scuola secondaria di II grado attraverso percorsi individualizzati e monitorati

ANNO SCOLASTICO 2017- 2018

Funzione Strumentale 

prof.ssa IANNONE (Cantore)

prof.ssa ZAPPIA (Cantore)

 
 

Questo contenuto ti è stato utile?

Hai suggerimenti per migliorarci?